Pitti Uomo 92: Christian Louboutin

Lo stilista francese Christian Louboutin ha presentato un progetto speciale. La storica Piazza Santa Maria Novella ha fatto da scenario ad un torneo, che si è svolto durante tutto l’arco della giornata, di hardcourt bike polo ad alto dispendio energetico. Otto squadre in rappresentanza di Francia, Germania, Hong Kong, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti si sono disputate il titolo di campione in una competizione aspra ma amichevole.

Ciascuna squadra, composta da tre giocatori, ha presentato un elemento chiave della collezione autunno-inverno 2017-2018: le sneakers low-top Aurelien. Gli ospiti d’onore, tra cui Raffaello Napoleone, CEO di Pitti Immagine, ed il pubblico fiorentino, hanno preso parte, insieme allo stesso Christian Louboutin, ad un intenso programma declinato in una giornata. Dalla cerimonia d’apertura all’entusiasmante e combattuta finale tra la squadra italiana, i Treee, e gli Gnarcats americani, con gli italiani Enrico Pancera, Edoardo Oboe e Edoardo Noro che si sono aggiudicati il titolo di campioni, un trofeo realizzato appositamente per l’occasione ed anche un viaggio per il campionato di Hardcourt Bike Polo 2017, che avrà luogo a Lexington, Kentucky, nel prossimo autunno.

“Ho scoperto li bike polo tramite delle persone a Parigi, amiche delle nostre squadre. Mi piace che siano tutti così appassionati. Ammiro molto le persone che hanno la passione e la disciplina di fare dello sport la propria vita”, ha detto Christian Louboutin raccontando di come gli sia venuta l’ispirazione per questo progetto, che fa seguito al sostegno prestato, lo scorso anno, alla delegazione di Cuba ai Giochi Olimpici di Rio 2016. In quell’occasione, Louboutin collaborò con l’amico Henri Tai e con SportyHenri.com per creare le divise indossate dal team alla cerimonia di chiusura.

Benché ancora sport underground, l’hardcourt bike polo, con oltre 450 club e migliaia di giocatori in tutto il mondo, vanta una comunità di appassionati tenuta insieme da uguali dosi di cameratismo e competitività. Per il torneo si sono unite a Christian Louboutin due squadre parigine, i due volte campioni del mondo Call Me Daddy e Raclette Party, i tedeschi The Mohawks, i Ninja Five del Giappone, gli Gnarcats in rappresentanza degli Stati Uniti, i Crouching Tigers da Hong Kong, i Treee dall’Italia e gli Sky High dalla Gran Bretagna.

Ogni squadra indossava sneakers Aurelien di diversi colori, personalizzate nella forma da fabbriche fiorentine di fiducia di Louboutin, in esclusiva per lo sport e l’occasione. I colori monocromatici sono stati indossati da sei squadre, con un iconico mix di materiali in rosso, bianco e nero visto sulla squadra di Seattle, gli Gnarcats, e su Christian Louboutin stesso. Caratterizzate da una costruzione complessa, le sneakers Aurelien sono uniche nel mondo di Christian Louboutin e nell’universo del footwear. Innovativo mix di autentica maestria artigianale italiana e tecnologia di produzione innovativa, ogni Aurelien richiede due interi giorni di lavorazione, con 50 elementi che creano il corpo e la soletta esterna di una singola scarpa. Un calzino in neoprene foderato in rosso culla il piede garantendo il massimo comfort e consentendo così di indossare la scarpa slacciata, per uno statement moda ben marcato.

http://www.pittimmagine.com/corporate/fairs/uomo/media-gallery/2017/uomo92/louboutinvideo.html

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...