Pitti Uomo 97: Ermanno Scervino

La moda maschile accoglie il ritorno di Ermanno Scervino. Il designer ritorna sulla scena del menswear con una collezione pensata attraverso lo sguardo dei giovani, ma nel rispetto della tradizione, «Per circa un anno abbiamo congelato il progetto maschile per concentrarci sullo sviluppo delle proposte femminili», ha spiegato Toni Scervino, ceo del brand. «Con l’autunno-inverno 2020-2021 riparte l’iniziativa che avrà una distribuzione di primo livello, coerente con l’immagine della maison», ha proseguito.

Una pausa che ha fatto bene alla collezione e che ha permesso di identificare i canoni di nuovo formale, fresco e capace di fare propri gli stilemi della moda di ultima generazione. «Questa collezione raccoglie l’heritage della manifattura made in Italy e lo traduce attraverso lo sguardo delle nuove generazioni», ha continuato il direttore creativo Ermanno Scervino, «la nostra azienda, ha la capacità di produrre internamente tutte le referenze, non abbiamo bisogno di licenze, e questo ci permette di lavorare e di tracciare tutta la filiera per dare spazio a uno stile autentico, sostenibile e coerente con i nostri valori che preservano la tradizione seppur guardando sempre al futuro».

Così l’abito torna in auge, realizzato però con i tessuti del mondo sportivo e abbinato al capospalla sartoriale. Il parka si indossa sopra completi in principe di Galles tinto nel tè oppure con camicie di panno, maglioni d’ispirazione norvegese e pantaloni disinvolti. «La moda maschile è essenziale, diversamente dal womenswear, e proprio per questo la scelta dei materiali, le forme e lo sviluppo del look deve essere centrale in un’ottica d’eccellenza», ha concluso il designer, «oggi l’abbigliamento maschile è ibridato, il formale incontra il casual, lo sportivo si evolve attraverso scelte più classiche».

È un linguaggio d’avanguardia molto interessante che, secondo lo stilista, i creativi devono interpretare trasmettendo alle nuove generazioni tutto il fascino delle materie nobili, delle lavorazioni artigianali e dell’eleganza. «Creare capi belli e duraturi è la vera sostenibilità, ascoltare i giovani, tramandare lavorazioni artigianali e sfruttare la tecnologia a favore della natura è il segreto delle vere aziende Made in Italy come la nostra», ha concluso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.