Archivi categoria: Notizie – News

E’ morto Pasquale Di Stasio il fondatore di Seven

E’ morto all’età di 89 anni Pasquale Di Stasio, fondatore nel 1973 a Leinì di Euroborse, diventata poi nel 1981 Seven l’azienda leader mondiale nella produzione di zaini sportivi e per il mondo della scuola.

«Seven» fu un nome scelto perché sette sono i suoi figli, cinque dei quali diventati proprietari dell’azienda che dal 2006 ha assorbito anche la concorrente Invicta. La sede storica rimane a Leinì in strada Fornacino, dove è stato creato un polo logistico da 67 mila metri quadri con una piattaforma distributiva gestita direttamente e filiali in Romania, Spagna e a Hog Kong.

Da quella piccola azienda Pasquale Di Stasio ha visto crescere un colosso, anche grazie alla sua capacità di tenere unita una famiglia in grado di creare e attrarre il mercato dei più giovani, facendo business e offrendo occupazione. Oggi sono oltre il 60% gli studenti che infilano i loro libri e quaderni negli zaini Seven Industries, diventati via via sempre più colorati, fantasiosi e perfino musicali.

MG_1992

Annunci

Moncler apre a Firenze

Moncler ha aperto in questi giorni la nuova boutique di Firenze. Il brand rafforza la sua presenza nel mercato italiano con una boutique di 328 metri quadrati su due livelli, in via degli Strozzi. Lo store ospita l’offerta completa delle linee Moncler, uomo, donna e accessori, la linea Grenoble, oltre che la Gamme Rouge e la Gamme Bleu.

Screenshot-2017-12-6 MFFashion com - Livestage

British Fashion Awards 2017

Ieri sera si sono tenuti a Londra presso la Royal Albert Hall i British Fashion Awards 2017. Craig Green si è aggiudicato il “British Designer of the Year – Menswear” per il suo impatto globale attraverso l’innovazione e la creatività del suo design. Jonathan Anderson ha ottenuto i premi di “British Designer of the Year – Womenswear” per il suo marchio omonimo J.W. Anderson grazie alla determinante innovazione creativa e commerciale, e il Accessories Designer of the Year” per il marchio Loewe di cui è direttore artistico, per l’avanguardia dei suoi accessori, creatività e commercio rendendolo leader del settore..

Nella categoria “Model of the Year“, la britannica Adwoa Aboah nota per i suoi impegni militanti, ha prevalso sulle sorelle Bella Hadid e Gigi Hadid, e sulla giovanissima Kaia Gerber, 16 anni, figlia dell’ex top Cindy Crawford.

Il premio di “Designer of the Year” è stato assegnato al belga Raf Simons di Calvin Klein, per le sue collezioni innovative e aver lanciato un nuovo standard nell’industria della moda. Il CEO di Gucci l’italiano Marco Bizzarri, ha ricevuto il premio di “Business Leader” per il successo creativo e commerciale di Gucci nell’ultimo anno.

Il premio “Fashion Icon” è stato consegnato a Donatella Versace per aver celebrato la creatività e l’innovazione, il glamour e la potenza di Versace, riconoscendo l’incredibile eredità della moda di Gianni Versace e il ruolo che Donatella Versace ha svolto nel mantenere il marchio iconico. Stella McCartney ha ricevuto il premio “Special Recognition Award for Innovation” per il suo impegno nella moda sostenibile, l’innovazione dei materiali e per l’utilizzo della sua influenza nel creare un impatto ambientale positivo nel settore.

Christopher Bailey, CEO e direttore artistico di Burberry ormai in procinto di lasciare l’azienda, è stato premiato a sorpresa con il “Outstanding Contribution to British Fashion Award” per il suo travolgente contributo creativo nell’industria della moda avendola costantemente modellata e rimodellata attraverso innovazione e creatività.

Il marchio statunitense Off-White di Virgil Abloh è stato premiato con il “Urban Luxe Award” per l‘innovazione e l’influenza del marchio, aver ridefinito il modo in cui lo “sportswear” è percepito in tutto il mondo elevandola da moda “casual” a quella di fascia alta. Inoltre, Maria Grazia Chiuri di Dior ha ricevuto lo “Swarovski Award for Positive Change”, un premio che celebra i marchi o gli individui che promuovono il benessere degli altri e utilizzano generosamente le loro risorse a beneficio di una buona causa. Il premio “Isabella Blow Award for Fashion Creator” è stato assegnato a 

Infine per la categoria giovani talenti britannici, Michael Halpern del marchio omonimo Halpern ha vinto il premio “British Emerging Talent – Womenswearper aver avuto negli ultimi 12 mesi un grande impatto creativo sulla moda globale, mentre Charles Jeffrey del marchio omonimo ha ricevuto il premio “British Emerging Talent – Menswear” avendo le sue collezioni, attirato l’attenzione internazionale dell’industria della moda nell’ultimo anno.

Momento commovente della serata è stato l’omaggio al grande stilista franco-tunisino Azzedine Alaïa, deceduto il 18 novembre all’età di 77 anni. Molte modelle-star con cui aveva lavorato tra cui Naomi Campbell, Stephanie Seymour, Eva Herzigova, sono salite sul palco per rendere omaggio al maestro, conosciuto per i suoi abiti senza tempo che sublimano il corpo femminile. È stato un “gigante della moda”, ha dichiarato Naomi Campbell, quasi in lacrime, chiamando “papà” colui che fu nello stesso tempo suo “protettore” e “professore”.

Federico Marchetti di YOOX nominato Cavaliere del Lavoro

Federico Marchetti, fondatore di Yoox e ceo di Yoox Net-A-Porter Group, ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

«Dedico questo riconoscimento – ha commentato – agli oltre 4.500 dipendenti che tutti i giorni lavorano con me a questo ambizioso progetto, che ci ha reso il leader globale nell’e-commerce di lusso».

«Il mio pensiero – ha proseguito – va anche a tutte le giovani imprenditrici e imprenditori italiani che, come me 20 anni fa, si trovano a operare in un Paese meraviglioso, anche se tra mille sfide quotidiane. Non mi sento ovviamente “arrivato” e certamente questo riconoscimento è un fortissimo stimolo a fare sempre meglio».

Questa onorificenza si aggiunge a numerosi altri premi conquistati da Marchetti nel corso della sua carriera: nel 2012 si è aggiudicato il Premio Leonardo per l’innovazione, nel 2015 è stato nominato tra i “Wired UK 100”, le 100 persone più influenti nel settore della tecnologia e dell’innovazione in Europa ed è stato menzionato nel “The Disruptors” del New Establishment List di Vanity Fair America. L’anno scorso è arrivato il Premio Ernst&Young “Imprenditore dell’Anno” e nel 2017 il gruppo ha ottenuto, per il terzo anno consecutivo, la certificazione “Top Employers Italia”, riconoscimento che attesta gli standard qualitativi delle principali aziende italiane in termini di risorse umane.

federico-marchetti-facebook

 

Stefan Cooke vince l’H&M Design Award 2018

Si è svolta a Londra la premiazione dell’H&M Design Award 2018, il riconoscimento istituito dal gruppo svedese dedicato agli stilisti emergenti provenienti dalle scuole di moda e design più prestigiose al mondo.

Quest’anno ad aggiudicarsi il premio è stato Stefan Cooke, 25enne laureato presso la Central Saint Martin, che ha già lavorato con designer del calibro di Walter Van Beirendonck e John Galliano. Il giovane ha ottenuto il riconoscimento grazie a una collezione che reinterpreta il guardaroba maschile di tutti i giorni, jeans, giacche di pelle e maglioni, in modalità insolite, con stampe particolari e materiali elastici. Collezione particolarmente innovativa in termini di tecnica, materiali e creatività, secondo la giura di esperti del settore che ha premiato Cooke tra gli 8 finalisti.

In qualità di vincitore dell’H&M Design Award, Cooke riceverà un premio in denaro pari a 25.000€ e la possibilità di partecipare a uno stage di sei mesi presso la sede centrale di H&M a Stoccolma.

Salvatore Ferragamo premiato ai Corporate Art Awards 2017

Salvatore Ferragamo è stato insignito dell’Art bonus nella sala Spadolini del Ministero della Cultura. Per l’edizione 2017 dei Corporate Art Awards, la maison fiorentina ha ricevuto, alla presenza del ministro Dario Franceschini, un premio per il suo generoso contributo al progetto di restauro, in Piazza della Signoria a Firenze, della fontana del Nettuno, che verrà riportata, entro il 2018, al suo originario splendore.

“Mi piace definire il nostro sostegno alle attività culturali di Firenze e il restauro di alcuni beni architettonici una collaborazione virtuosa fra pubblico e privato, un ringraziamento della nostra famiglia alla città e all’intenso sodalizio creato da mio padre che prosegue”, ha commentato Ferruccio Ferragamo, presidente del gruppo Ferragamo.

Addio allo stilista Azzedine Alaïa

È morto il famoso stilista franco-tunisino Azzedine Alaïa, aveva 77 anni. Le cause della morte non sono ancora note. Alaïa era nato a Tunisi nel 1940, figlio di due contadini. Si appassionò alla moda grazie alla sorella e studiò scultura presso l’Accademia di belle arti di Tunisi. Una volta finiti gli studi, lavorò come assistente di un sarto e nel 1957 si trasferì a Parigi per lavorare nella moda.

Iniziò la sua carriera con Christian DiorGuy Laroche e negli anni Sessanta aprì il suo primo atelier. Divenne famosissimo nel 1980, quando realizzò la sua prima collezione prêt-à-porter e le riviste di moda ne parlarono benissimo, lanciando la sua carriera. Negli anni successivi continuò a produrre abiti col suo marchio e a vestire celebri attrici e modelle come Naomi Campbell (la prima volta che sfilò per lui aveva 16 anni) e Madonna. Nel 2008 ha ottenuto la Legion d’onore, la più alta onorificenza conferita dalla Francia.

Azzedine-Alaia-2017